TheWiners Spedizione in tutta Italia CONSEGNA IN 48 ORE!
SPEDIZIONI GRATUITE
DA 6 BOTTIGLIE O DA 100€ DI SPESA
  
THE WINERS / BLOG
I vini Biologici... tra moda e benessere





  

Oggi sentiamo di continuo parlare di BIOLOGICO. 
Biologico è sinonimo di qualità, di rispetto per l'ambiente e di benessere, o per lo meno, così dovrebbe essere. 
 
Sempre più persone hanno inserito all'interno della propria alimentazione, cambiando anche il proprio stile di vita, cibi biologici, all'insegna del rispetto per la natura e per il proprio corpo, al fine di preservare l'ambiente e la propria salute.
 
 


Stesso discorso vale per il vino. Sempre più produttori prestano attenzione alla coltura delle proprie viti, a preservare l'ambiente circostante e alle pratiche di produzione del prodotto finale. 
 
I prodotti biologici hanno un marchio universalmente riconoscibile. Per quanto riguarda la produzione dei vini, fino al 2012 era possibile riportare in etichetta la dicitura “vino ottenuto da uve da agricoltura biologica”. Dal 2012, si può indicare in etichetta “vino biologico”.
 
Produzione biologica significa che le tecniche utilizzate prevengono gli attacchi parassitari in maniera naturale, senza l'utilizzo di sostanze chimiche di sintesi come concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere e senza l'impiego di organismi geneticamente modificati. 
  
In cantina, la vinificazione avviene usando solo i prodotti enologici e i processi autorizzati dal regolamento 203/2012 (elenco nell’allegato VIII bis).
 
Sintetizzando al minimo, sono concesse le sostanze di origine animale, minerale o vegetale  (la gomma arabica, la colla di pesce, la caseina, l’albumina, la bentonite, la perlite ed altre materie prime di origine biologica).
 
Sono vietate pratiche come: desolforizzazione, la dealcolizzazione, la concentrazione per raffreddamento, l’elettrodialisi o l’impiego di scambiatori di cationi.
 
 
...E i solfiti? 
 
La quantità di solforosa totale consentita: 
  1. vini rossi secchi max 100 mg/l 
  2. vini bianchi secchi e i rosati max 150 mg/l.
In entrambi i casi, vi è la possibilità di aumentare di 30 mg/l se il vino ha più di 2 grammi di zucchero residuo.
 
 
 
 
Sei curioso di conoscere qualche produttore di vini biologici?
 
Qui di seguito qualche esempio direttamente dalla nostra selezione:
 
 
 
 
 
 
 
 
Created by GIGA Studio